Intervento "crisi banche popolari venete" - Confidi Gorizia

Intervento "crisi banche popolari venete" - Confidi Gorizia: Grazie alle risorse stanziate dalla Regione F.V.G., il Confidi Gorizia ha costituito un apposito fondo rischi destinato alla concessione di garanzie alle imprese aventi sede legale o operativa sul territorio del FVG che sono risultate coinvolte nella crisi di Veneto Banca s.p.a. e di Banca Popolare di Vicenza s.p.a. Soggetti destinatariI soggetti destinatari sono le PMI (come da requisiti di cui all’allegato I al regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014), attive ed iscritte al Registro delle Imprese, aventi sede legale o unità operativa nel territorio regionale,intestatarie di azioni o di obbligazioni di Veneto Banca s.p.a. e di Banca Popolare di Vicenza s.p.a., rispettivamente, alla data del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016.Possono, inoltre, ottenere le garanzie le PMI che, oltre ad essere attive ed iscritte al Registro delle Imprese ed avere sede legale o unità operativa nel territorio regionale, possiedono i seguenti requisiti:risultavano beneficiarie di rapporti di finanziamento con Veneto Banca s.p.a. e con Banca Popolare di Vicenza s.p.a. alla data, rispettivamente, del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016;il cui titolare, nel caso di impresa individuale, ovvero uno o più soci delle quali, nel caso di società, risultavano titolari di azioni o obbligazioni della Veneto Banca s.p.a. o della Banca Popolare di Vicenza alla data, rispettivamente, del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016.  Sono escluse dall’ottenimento delle garanzie le PMI destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 231/2001, in stato di scioglimento o liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali o nei cui confronti è in corso un’iniziativa per la sottoposizione a procedure concorsuali, che rientrano nei casi di esclusione dall’applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013Garanzie ed operativitàLe  garanzie vengono rilasciate sulle operazioni bancarie e di finanziamento sia a breve che a medio/lungo termine in uso presso le Banche ai sensi delle convenzioni vigenti,nel limite complessivo finanziabile, per singola azienda, di euro 100.000,00,con percentuali di rischio sino all’80%, valore quest’ultimo determinato in base al merito creditizio di ogni azienda ed alla presenza di controgaranzie (Fondo Centrale o altro). Per garanzie con coperture superiori all’usuale 50% è opportuno prendere contatto con l’Area Garanzie del Confidi Gorizia per valutare la fattibilità di accesso a forme di controgaranzie.Nell’usuale richiesta per la concessione della garanzia dovrà essere indicata la dicitura “intervento crisi banche popolari venete” e dovrà essere allegata idonea documentazione comprovante il possesso dei requisiti previsti in capo ai soggetti destinatari dell’iniziativa.Regime d'aiutoLe garanzie vengono rilasciate ai sensi e nel rispetto del regolamento (UE) n. 1407/2013 tenuto conto dei tetti massimi e delle attività escluse richiamate nell’Allegato A del Regolamento di attuazione dell’articolo 2, comma 83, della legge regionale 11 agosto 2016, n. 14Banche convenzionate aderenti (in fase di aggiornamento)Unicredit, Banche di Credito Cooperativo del F.V.G., Credit Agricole Friuladria, Banca di Cividale (*)(*) politica di intervento con a) sostituzione, parziale o totale, degli affidamenti concessi da Banca Popolare di Vicenza o Veneto Banca con nuove linee accordate dalla Banca di Cividale b) aumento delle linee di credito già concesse dalla Banca Popolare di CividaleI testi qui riportati hanno un valore esclusivamente orientativo.

Intervento "crisi banche popolari venete"

Garanzie a sostegno delle PMI coinvolte nella crisi di Veneto Banca s.p.a. e di Banca Popolare di Vicenza s.p.a.

Grazie alle risorse stanziate dalla Regione F.V.G., il Confidi Gorizia ha costituito un apposito fondo rischi destinato alla concessione di garanzie alle imprese aventi sede legale o operativa sul territorio del FVG che sono risultate coinvolte nella crisi di Veneto Banca s.p.a. e di Banca Popolare di Vicenza s.p.a.


Soggetti destinatari

I soggetti destinatari sono le PMI (come da requisiti di cui all’allegato I al regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014),

  • attive ed iscritte al Registro delle Imprese,

  • aventi sede legale o unità operativa nel territorio regionale,

  • intestatarie di azioni o di obbligazioni di Veneto Banca s.p.a. e di Banca Popolare di Vicenza s.p.a., rispettivamente, alla data del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016.

Possono, inoltre, ottenere le garanzie le PMI che, oltre ad essere attive ed iscritte al Registro delle Imprese ed avere sede legale o unità operativa nel territorio regionale, possiedono i seguenti requisiti:
  • risultavano beneficiarie di rapporti di finanziamento con Veneto Banca s.p.a. e con Banca Popolare di Vicenza s.p.a. alla data, rispettivamente, del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016;
  • il cui titolare, nel caso di impresa individuale, ovvero uno o più soci delle quali, nel caso di società, risultavano titolari di azioni o obbligazioni della Veneto Banca s.p.a. o della Banca Popolare di Vicenza alla data, rispettivamente, del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016.  

Sono escluse dall’ottenimento delle garanzie le PMI destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 231/2001, in stato di scioglimento o liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali o nei cui confronti è in corso un’iniziativa per la sottoposizione a procedure concorsuali, che rientrano nei casi di esclusione dall’applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013


Garanzie ed operatività

Le  garanzie vengono rilasciate

  • sulle operazioni bancarie e di finanziamento sia a breve che a medio/lungo termine in uso presso le Banche ai sensi delle convenzioni vigenti,

  • nel limite complessivo finanziabile, per singola azienda, di euro 100.000,00,

  • con percentuali di rischio sino all’80%, valore quest’ultimo determinato in base al merito creditizio di ogni azienda ed alla presenza di controgaranzie (Fondo Centrale o altro). Per garanzie con coperture superiori all’usuale 50% è opportuno prendere contatto con l’Area Garanzie del Confidi Gorizia per valutare la fattibilità di accesso a forme di controgaranzie.

Nell’usuale richiesta per la concessione della garanzia dovrà essere indicata la dicitura “intervento crisi banche popolari venete” e dovrà essere allegata idonea documentazione comprovante il possesso dei requisiti previsti in capo ai soggetti destinatari dell’iniziativa.


Regime d'aiuto

Le garanzie vengono rilasciate ai sensi e nel rispetto del regolamento (UE) n. 1407/2013 tenuto conto dei tetti massimi e delle attività escluse richiamate nell’Allegato A del Regolamento di attuazione dell’articolo 2, comma 83, della legge regionale 11 agosto 2016, n. 14


Banche convenzionate aderenti (in fase di aggiornamento)

Unicredit, Banche di Credito Cooperativo del F.V.G., Credit Agricole Friuladria, Banca di Cividale (*)



(*) politica di intervento con a) sostituzione, parziale o totale, degli affidamenti concessi da Banca Popolare di Vicenza o Veneto Banca con nuove linee accordate dalla Banca di Cividale b) aumento delle linee di credito già concesse dalla Banca Popolare di Cividale



I testi qui riportati hanno un valore esclusivamente orientativo